Varese, seconda vittoria in trasferta

Varese, seconda vittoria in trasferta

Varese, seconda vittoria in trasferta.

Promessa mantenuta. L’Amatori Rugby Capoterra voleva rientrare dalla trasferta di Varese con la vittoria e così è stato con il Rugby Varese battuto, al termine di una vera e propria battaglia, con il punteggio di 27-17. Seconda vittoria in trasferta per la formazione isolana, oggi seguita in panchina dal tecnico Carlo Atzori. Un successo cercato e voluto, spesso sfiorato anche contro una grande del campionato e, finalmente arrivato.

Contro Varese il XV isolano ha giocato una gara perfetta, senza sbavature o quasi. Lavorando bene sulla trequarti, difendendo e soprattutto creando tanto gioco. Quello che si era preparato in settimana, oggi è stato fatto.

IL MATCH

L’inizio è un tantino difficoltoso per l’Amatori. Prima una meta annullata, poi sul capovolgimento Varese trova la difesa isolana un tantino molle e la punisce. Meta senza trasformazione. La reazione dell’Amatori è pressoché immediata.

La compagine allenata da Carlo Atzori crea gioco, spinge e alla fine la retroguardia dei padroni di casa è costretta a capitolare. La meta è tutta opera di Celembrini, la trasformazione invece è affidata al piede di Mattia Aru (7-5) che subito dopo mette altri tre punti nel carniere dell’Amatori grazie ad un calcio di punizione.

Il gruppo va in crescendo: ci crede. Varese invece prova a riordinare le idee facendo girare la palla e cercando soprattutto di “bucare” il centrocampo e la retroguardia dell’Amatori. Ovviamente lo sbilanciamento in avanti della formazione lombarda favorisce il XV di Capoterra che è abile nello sfruttare i varchi lasciati scoperti dai padroni di casa.

Si dice “l’occasione fa l’uomo ladro” ed ecco che Marcello Garau approfitta di un errore difensivo del Varese per piazzare l’ovale dietro i pali e consegnando a Mattia Aru la palla per la trasformazione (17-5).

Si chiude il primo tempo ma Varese sembra in difficoltà e Capoterra, in apertura di ripresa ne approfitta ancora una volta per trovare una nuova realizzazione. La meta è firmata da Peddio con Aru che timbra regolarmente il cartellino (24-5).

Dopo tanta mole di gioco l’Amatori si prende un attimo di pausa e Varese ne approfitta subito per accorciare le distanze (24-12 compresa la trasformazione). Un piccolo black out per gli isolani. A rimettere le cose a posto ci pensa Mattia Aru che non sbaglia l’ennesima punizione concessa (27-12).

Passa il tempo con l’Amatori che cerca di amministrare il vantaggio senza correre rischi. Varese però non è certo alla frutta e lotta fino in fondo. Tanto che riesce anche a trovare l’ennesima meta. L’ultima della serata quella che porta Varese a 17. Ma non basta per vincere, perché alla fine i 4 punti meritatamente li conquista l’Amatori che festeggia con le braccia al cielo.

L’INTERVISTA

Carlo Atzori – Tecnico Amatori Rugby Capoterra

“Ricevo complimenti da tanta gente ma credo che vadano girati a tutta la squadra. Abbiamo portato a casa la seconda vittoria in trasferta della stagione. Una vittoria difficile anche perché il Varese non ha mollato fino alla fine.

Nel secondo tempo abbiamo allungato il parziale, ma loro non hanno mai voluto issare bandiera bianca. Questo anche per colpa nostra che non abbiamo il “Killer instinct”. Facciamo una meta ma subito dopo ne subiamo una dai nostri avversari e invece di chiudere le partite, con i nostri errori le riapriamo”.

Che partita è stata?

“Una gara che, a parer mio abbiamo dominato, andando in meta in diverse occasioni, con buone azioni. La mischia ha funzionato bene così come la touche uno dei nostri punti deboli che ultimamente abbiamo migliorato favorendo anche la nostra trequarti.

Fortunatamente oggi non abbiamo trovato il caldo afoso di sette giorni fa a Milano, la squadra non ha sofferto e ha tenuto bene per tutti gli 80’. Solo nella parte finale siamo andati in ansia, quando Varese si è portata sotto di dieci lunghezze, ma è stato solo un episodio, del resto la gara era praticamente finita.

Diciamo che si è vista la nostra superiorità nei loro confronti. Loro hanno commesso davvero tantissimi errori. La partita non è stata certo spettacolare con tanti errori, tanti avanti e tanta confusione”.

Felici e soddisfatti?

“Sicuramente felici di portare a casa questa vittoria. Ora ci attende un’altra settimana di lavoro intenso per preparare la gara di domenica prossima contro l’Amatori Union Rugby Milano, finalmente davanti al nostro pubblico dove cercheremo di fare davvero del nostro meglio per strappare un risultato positivo”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Uccheddu, Ganga, Echazu, Peddio, Greco, Gardonio, Smeraldo, Garau, Brui, Moncada, Hagelin, Murgia, Stara, Celembrini, Aru. Allenatore: Carlo Atzori. A disposizione: Carboni, Ambus, Mascia, Zucca, Dessì, Loddo, Sulis.

RUGBY VARESE: Bosoni, Dal Sasso, Gulisano, Arreghini, Contardi, Misiti, Ciavarrella, Fulginiti, Sacchetti, Pandozy, Taverna, Bianchi, Malnati, Ficarra, Carbone. Allenatore: Bruno Croci. A disposizione: Bottinelli, Mansi, Perego, Perin, Sessarego, Caballero, Palla.

Arbitro: Signor Iacopo Fioravanti di Roma.

La scheda del match Varese vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra