Troppi errori. Passa Franciacorta

Troppi errori. Passa Franciacorta

Troppi errori. Passa Franciacorta.

Poteva essere il ritorno alla vittoria, e invece una serie di sfortunati eventi hanno costretto l’Amatori Rugby Capoterra ad issare la bandiera bianca, sconfitta in casa dal Franciacorta Rugby con il punteggio di 16-12.

Punteggio basso, ma ciò non significa che al Comunale di via Trento non si sia lottato fino all’ultimo minuto tra due squadre che hanno dato il massimo per prevalere.

Alla fine ha vinto la squadra che ha avuto la capacità e la fortuna di piazzare quella meta che, alla resa dei conti è stata decisiva per la vittoria finale.

Una gara resa difficile dal vento e dalla pioggia che è caduta sul comunale rendendo ancor più affascinante la sfida tra le due contendenti.

IL MATCH

Le premesse per illudere i tifosi di casa ci sono tutti, già dopo pochi minuti di gioco. Franciacorta corre e lotta, ma è anche fin troppo aggressiva tanto da costringere l’arbitro a fischiare subito una punizione per Capoterra che Simone Brui trasforma (3-0).

Ci potrebbero essere le premesse per allungare il passo da parte dei padroni di casa, approfittando di uno sbilanciamento difensivo della formazione bresciana e invece è proprio il Franciacorta a punire Capoterra trovando, con un improvviso guizzo il varco giusto per piazzare l’ovale a fondo campo (3-7 con trasformazione).

La reazione del Capoterra è immediata e sempre su punizione Brui accorcia le distanze (6-7). Si gioca prevalentemente a centrocampo con qualche guizzo difensivo che non preoccupa entrambe le formazioni.

È invece l’arbitro a sanzionare le squadre, in particolare l’Amatori che a metà tempo subisce due punizioni che vengono trasformate, tanto da permettere alla formazione lombarda di mettere nel carniere altri 6 punti, portandosi sul 6-13, punteggio con il quale si chiudono i primi 40’.

Si riparte, con le due formazioni che cominciano a spron battuto. Arrivano anche i cambi: al 13’ Vega per Loddo e al 18’ Fanutza per Smeraldo ma ancora una volta arrivano le sanzioni arbitrali che favoriscono prima il Franciacorta (6-16) e poi per due volte di fila l’Amatori (12-16).

Al 25’ fischiato un rosso a Franciacorta, ma nonostante tutto la gara rimane incerta minuto dopo minuto con il XV isolano che fa di tutto per ribaltare il risultato, restando per quasi 10 minuti nei 5 metri avversari senza trovare la meta. A 7’ dal fischio viene fischiata una punizione per Capoterra ma il calcio è troppo corto.

Il fischio finale condanna Capoterra alla seconda sconfitta consecutiva.

L’INTERVISTA

Carlo Atzori – Amatori rugby Capoterra.

Che gara è stata quella di stasera?

“Una gara indubbiamente condizionata dal fattore climatico con pioggia e vento che hanno disturbato il gioco delle due squadre in campo. Indubbiamente l’Amatori si è svegliata in ritardo. Resta l’amaro in bocca per una vittoria che non è arrivata e credetemi: la gara di stasera si poteva vincere. Anche oggi abbiamo combattuto fino alla fine contro una squadra ostica che gioca bene e ha una buona touche. Nel primo tempo abbiamo dominato con la mischia riuscendo quasi ad avvicinarci, ma una decisione dubbia di arbitro e guardalinee ci ha precluso, addirittura il pareggio. Nel secondo tempo abbiamo operato uno spostamento di ruolo: Brui mediano e Ambu ala cercando di velocizzare le azioni. In parte ci siamo riusciti. Abbiamo ottenuto delle punizioni che Brui ha realizzato tranne l’ultima.

Eppure nel finale non siete riusciti a sfruttare la superiorità numerica?

“Esatto. Loro sono riusciti a tenere bene il campo, noi abbiamo insistito a voler risolvere la partita accelerando i tempi e non aspettando il momento giusto per punirli. Ci siamo intestarditi con un gioco veloce alle mani, ma oggi con la pioggia non era così facile e molti palloni sono stati persi”.

Cosa è mancato oggi?

“Lo sprint finale, quel guizzo vincente che ci avrebbe consentito di chiudere la gara a nostro favore. Per vincere dobbiamo dare il 100% e non regalare niente ai nostri avversari. Ai ragazzi ho detto che ci siamo svegliati con un tantino di ritardo e comunque onore a loro e già da lunedì a lavoro sul campo per preparare la prossima sfida. Una gara difficile contro l’Amatori&Union Milano e chissà che contro una grande quel 100% appena citato, arrivi e si possa trasformare in qualcosa di positivo”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Vecchia, Uccheddu, Echazu, Greco, Vega, Ganga, Fanutza, Gardonio, Ambus, Aru, Stara, Hangelin, Murgia, Celembrini, Brui. Allenatore: Carlo Atzori. A disposizione: Carboni, Sulis, Loddo, Dessì, Smeraldo, Zucca, Mascia.

RUGBY FRANCIACORTA: Serra, Frassine, Angeli, Filippini, Zaina, A. Manenti, Volpini, Valtorta, Lazzaroni, S. Serra, Pietroboni, Savardi, Carilli, Giustinelli, Marai. Allenatore: Mandelli. A disposizione: De Peri, Pinzin, M. Manenti, Montini, Shevchuk, Lorini, Burato.

Arbitro: Signor Simone Sironi di Roma.

La scheda del match Rugby Capoterra vs Franciacorta

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra