Capoterra cade a Lecco

Capoterra cade a Lecco

Capoterra cade a Lecco.

Stavolta niente impresa. L’Amatori Rugby Capoterra, dopo due vittorie di fila, cade in casa del Rugby Lecco, terza forza del girone 1, con il punteggio di 41-17. In questi casi si dice: “una trasferta da dimenticare” e in effetti il XV di Capoterra, contro la compagine lombarda ha avuto difficoltà nel giocare una gara diversa da quella preparata, in settimana, nei minimi particolari.

Complice qualche problema avuto prima dell’inizio della sfida. Lecco, favorito da fattore campo e dalla forza del gruppo, è entrata in campo con la giusta concentrazione dando ben poche chance a Mattia Aru e compagni che, nonostante tutto, hanno lottato, ma senza avere molta fortuna.

All’ultimo momento arriva i forfait di Hagelin e poi in fase di riscaldamento si blocca anche Echazu costretto ad issare la bandiera bianca a causa di un infortunio.

IL MATCH

Si parte e Lecco ne approfitta subito sfruttando la leggerezza difensiva degli isolani per trovare il varco giusto nella difesa ospite e piazzare la prima meta della serata. Non arriva la trasformazione, ma i padroni di casa vogliono sfruttare il momento per allungare il passo. La squadra di Sebastian Mariani lotta e fa muovere la palla. Aru e compagni fanno di tutto per bloccare gli avversari: con le buone e con le cattive. L’arbitro fischia una punizione che il Lecco trasforma facilmente in tre punti (8-0).

La risposta dell’Amatori c’è. La squadra reagisce sfruttando l’orgoglio e la velocità degli esterni. Lecco arretra il baricentro e fa di tutto per fermare il gioco degli isolani, commettendo anche fallo. E su punizione Stara non sbaglia e mette a segno i primi tre punti per l’Amatori.

Solo un episodio. Anche perché dall’altra parte la compagine lombarda riparte agguerrita più che mai. Non vuole abbassare la guardia, anzi. L’intensità aumenta ed ecco che nel giro di pochi minuti arrivano due mete (una delle due trasformata). Lecco si stacca: 20-3.

Capoterra rimane a guardare e si innervosisce. A farne le spese Vega e Moncada puniti dall’arbitro con il cartellino giallo. È il momento di affondare il colpo prima del riposo e i padroni di casa in maniera impietosa vanno ancora in meta (con trasformazione). Il primo tempo si chiude così con l’ASD Lecco in vantaggio per 27-3.

Al rientro in campo, girandola di cambi per l’Amatori nel tentativo di trovare il XV giusto per contrastare al meglio il gioco del Lecco. Ma tutte le “strategie” vengono annullate dai lombardi che iniziano la ripresa con il piglio giusto mettendo in crisi la retroguardia isolana e trovando ancora una volta i pali dietro i quali depositare l’ovale: 34-3.

Con il cuore e con l’orgoglio il Capoterra vuole rendere meno amara la sconfitta e tenta in tutti i modi di portarsi in avanti. Il lavoro svolto porta i frutti sperati. Fa tutto Carlo Stara che taglia il reparto difensivo del Lecco, deposita l’ovale sulla linea di fondo e firma anche la trasformazione (34-10).

La gara sembra cambiar volto anche perché qualche minuto dopo Brui imita il compagno di squadra firmando la terza meta della serata (arriva la trasformazione di Stara). Lecco è colpita ma non affondata e nei minuti finali, approfitta di uno sbilanciamento in avanti dell’Amatori per piazzare la meta che mette definitivamente al tappetto Marcello Garau e compagni.

L’INTERVISTA

Gabriele Ambus – Amatori Rugby Capoterra

“Purtroppo è stata una trasferta difficile. Prima l’assenza di Hangelin e poi durante il riscaldamento abbiamo perso anche Echazu. Due importanti punti di riferimento che all’improvviso ci sono venuti a mancare.

La partita è stata molto intensa, loro fisici e noi presenti, ma purtroppo ogni sbavatura difensiva ci è stata punita. Durante la settimana abbiamo lavorato molto nelle fasi di conquista, ma certamente possiamo sopperire a certe mancanze con l’attitudine. Loro sono stati cinici ad evidenziare ogni nostro errore.

Ovviamente la sconfitta era messa in preventivo, ma nonostante questo passo falso nel dopo partita ho visto una squadra sempre più unita, e vogliosa di riscatto in casa sabato con Franciacorta”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Vega, Uccheddu, Vecchia, Smeraldo, Greco, Ganga, Garau, Gardonio, Brui, Moncada, Stara, Zucca, Murgia, Celembrini, Aru. A disposizione: Carboni, Loddo, Sulis, Ambus, Mascia.

RUGBY LECCO: Butskhrikidze, Vacirca, Shalby, Orlandi, Valentini, Biffi, Catania, Cattaneo, Rossi, Coppo, Riva, Zappa, Rusconi, Alippi, Sala. Allenatore: Sebastian Damiani. A disposizione: Molteni, Sala, Isacco, Galli, Castelletti, Mauri, Mussi.

Arbitro: Signor Iacopo Fioravanti di Roma.

La scheda del match Lecco vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra