Terzo successo stagionale contro Varese

Terzo successo stagionale contro Varese

Terzo successo stagionale contro Varese.

E finalmente vittoria fu! L’Amatori Rugby Capoterra muove la sua classifica, nel torneo di serie B, trovando contro Varese il terzo successo stagionale. Il tutto è avvenuto domenica pomeriggio all’interno del comunale di via Trento, con il XV isolano, oggi seguito in panchina da Carlo Atzori, che ha fermato la formazione lombarda per 23-17 (4-1).

Non è stata certo una passeggiata, anzi. Fino all’ultimo secondo è stata battaglia vera al cospetto di un Rugby Varese che ha davvero venduta cara la pelle, inseguendo i padroni di casa fin dal primo vantaggio e cercando nei minuti finali la meta-beffa che avrebbe regalato all’Amatori una ingiusta sconfitta.

La mossa tattica del match è stato il cambio, ad inizio del secondo tempo di Stara al posto di Aru, oggi non perfetto, nel battere punizioni e trasformazioni. Mossa vincente anche perché, nella seconda parte del match, Carlo Stara non ha sbagliato un tiro mettendo la firma sul successo del Capoterra, garantito anche dalle mete di Ganga, Celembrini e Vega.

Determinazione e concentrazione per tutti gli 80’ di gioco. Questo quanto augurato da capitan Garau in fase di presentazione del match e questo è quanto hanno fatto i ragazzi in campo. Certo non è stato facile perché dall’altra parte Varese voleva a tutti i costi ribaltare il pronostico della vigilia che la vedeva sfavorita.

Eppure l’Amatori ci è riuscita. È andata in vantaggio, lo ha incrementato, amministrato e infine difeso con il coltello fra i denti. Un successo che fa muovere indubbiamente la classifica, ma che regala un Capoterra sempre più maturo e pronto ad affrontare con maggior serenità e determinazione il finale di stagione, magari strizzando l’occhio a quella che potranno essere le basi in vista della prossima stagione.

IL MATCH

Non c’è il vento fastidioso e freddo che imperversa sul prato del comunale, ma solo una pioggia leggera. Si parte con qualche minuto regalato ad entrambe le formazioni per studiarsi e trovare il tallone d’Achille dove poter sfondare. Al 7’ però il signor Fagiolo di Roma fischia una punizione contro l’Amatori che Varese fortunatamente sbaglia.

Il tempo di riprendere il gioco e tentare in maniera certosina di avanzare che, ancora una volta interviene il fischio arbitrale per fermare il gioco e regalare ai padroni di casa un calcio di punizione. Mattia Aru però non è preciso e tutto si risolve con un nulla di fatto. La gara si deve vincere a tutti i costi e l’Amatori intensifica il suo gioco, specie a centrocampo facendo ben ruotare l’ovale.

Dopo tanto lottare finalmente il XV di casa riesce a sfondare con Antonio Ganga, bravo a eludere la sorveglianza della retroguardia ospite e a depositare dietro i pali. La serata negativa di Aru continua con l’errore e la mancata trasformazione.

Pazienza, del resto una giornata storta può pur sempre esserci per un giocatore che ha fatto della precisione al tiro il suo punto di forza. Errori che continuano anche al 21’ (punizione per Capoterra non realizzata) e anche nel finale di tempo.

La reazione della compagine lombarda arriva dopo qualche minuto con il XV allenato da Bruno Croci che accorcia su calcio di punizione. Capoterra non ci sta e fa di tutto per incrementare il bottino e, prima del riposo, lo sforzo degli avanti di casa viene premiato. Spetta a Lorenzo Celembrini andare in meta, ma anche stavolta non arriva la trasformazione. Il punteggio al termine dei primi 40’ è di 10-3 per l’Amatori.

Durante il riposo gli ordini di scuderia sono il cambio in battuta di Carlo Stara al posto di Mattia Aru e soprattutto al gruppo è richiesta maggiore incisività in attacco. Si riparte e gli sforzi iniziali dell’Amatori vengono premiati. Ad andare in meta è Juan Manuel Vega con Stara che trasforma. Il 17-3 sembra dare fiducia al XV di casa che amministra il vantaggio.

Al 21’ giallo a Aru e subito dopo Varese riduce le distanze, trovando la meta (trasformata) del 17-10. C’è da soffrire: lo capiscono i tifosi sugli spalti e lo capiscono soprattutto i giocatori in campo che fanno di tutto per tenere a bada e lontano gli avversari. Stara su punizione trova altri tre punti (20-10), mentre un Varese, mai domo fa di tutto per rovinare i piani ai padroni di casa.

Al 74’ meta e trasformazione (20-17). A questo punto la tensione e alta e l’errore potrebbe essere davvero fatale. A 4’ dal termine ancora un fischio dell’arbitro e ancora una punizione per l’Amatori. Potrebbero essere i tre punti decisivi e al comunale cala il silenzio. Nessuno vuole disturbare Carlo Stara in battuta. E lui, glaciale non sbaglia. La palla attraversa i pali per il 23-17. Poi non c’è più tempo. Varese tenta, ma senza fortuna.

L’INTERVISTA

“Sicuramente il cambio, in corso d’opera Aru-Stara ci ha dato un vantaggio in più – racconta Carlo Atzori – Staff Amatori Rugby Capoterra. Purtroppo Mattia sta attraversando un momento difficile. Non è in piena forma. Un problema fisico alla caviglia del piede destro, quello “magico”, quello con cui calcia, lo ha penalizzato.

Fortunatamente abbiamo due opzioni in campo, sia Stara che Brui, entrambi in settimana si allenano proprio nei calci. E oggi Stara non ha sbagliato un tiro dandoci una grossa mano d’aiuto.

Purtroppo siamo noi stessi a decidere il nostro destino. Proprio oggi sul 17-3 per noi, abbiamo avuto la fretta di chiudere la partita, commettendo qualche errore, rimettendo così in gioco i nostri avversari e soffrendo fino alla fine.

Comunque festeggiamo la vittoria. Finalmente, ci voleva. Sicuramente ci darà morale. Guardiamo le cose dal lato positivo e durante la settimana cercheremo di analizzare quella che è stata la gara di oggi, cercando di risolvere i problemi emersi contro Varese.

Poi due settimane di pausa: il 20 e 27 riposeremo, ma l’attività non si ferma visto che avremo impegni con la serie C, l’under 17 e con i bambini. Noi ovviamente ne approfitteremo per poter recuperare qualche infortunato e lavora a testa bassa per il prossimo impegno di campionato”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Uccheddu, Ganga, Vecchia, Peddio, Vega, Greco, Fanutza, Gardonio, Brui, Moncada, Stara, Smeraldo, Hangelin, Celembrini, Aru. Allenatore Carlo Atzori. A disposizione: Piras, Carboni, Loddo, Biccu, Garau, Murgia, Ambus.

RUGBY VARESE: Bosoni, Dal Sasso, Gulisano, Arrenghini, Spiteri, Ciavarrella, Borello, Fulginiti, Sacchetti, Broggi, Zanzi, Bianchi, Malnati, Taverna, Pandozy.Allenatore: Bruno Croci. A disposizione: Elvi, Bezzolato, Misiti, Caballero, Bottinelli.

Arbitro: Signor Riccardo Fagiolo di Roma.

La scheda del match Rugby Capoterra vs Varese

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra