Esordio amaro contro Rovato

Esordio amaro contro Rovato

Esordio amaro contro Rovato.

L’esordio nel campionato di serie B non è stato quello sperato. L’Amatori Rugby Capoterra rientra dalla trasferta lombarda, la prima della stagione, con le tasche vuote, battuta dal Rugby Rovato per 40-15.

Era una gara difficile, lo aveva annunciato il tecnico argentino Eschoyez alla vigilia del match, e il campo, alla fine ha dato ragione all’allenatore del Capoterra.

Rovato ha fatto la sua partita anche se Capoterra, come sempre non è certo rimasta a guardare, lottando su ogni pallone e, specie nei primi 40’ dando del filo da torcere alla compagine di casa.

Poi nella ripresa, la formazione lombarda ha preso le misure, sfruttando qualche momento di difficoltà della squadra isolana, i tanti errori e punendola senza pietà.

IL MATCH

Inizia bene il Rovato. Qualche minuto per conoscere gli avversari, posizionarsi in campo e arrivano, su calcio di punizione i primi tre punti del pomeriggio. (3-0). La reazione del 15 di Capoterra non tarda ad arrivare. La squadra avanza e conquista metri in campo e alla fine costringe gli avversari al fallo. Il piazzato di Aru, però finisce fuori.

Subito dopo però Mattia Aru si fa perdonare e sulla successiva punizione concessa dal signor Baldazza realizza e incassa i tre punti che significano pareggio momentaneo (3-3).

Si lotta a centrocampo, ma l’impressione è che Capoterra sia in partita nonostante la meta del Rovato arrivata da una battuta veloce ai 5 metri per mischia crollata. Trasformata (10-3).

Non importa. Il tecnico argentino chiede al gruppo di lottare e soprattutto mantenere alta la concentrazione. La squadra risponde alle sollecitazioni trovando fiducia, mettendo in evidenza la superiorità in mischia e realizzando il pareggio con una meta di maul partita dai 10 metri. (10-10).

Sbaglia Capoterra, ma anche Rovato non è da meno fallendo, al 30’ il vantaggio su punizione.

La testa avanti la squadra lombarda riesce a metterla a pochi minuti dal termine del tempo con una meta di maul (che non trasforma). Il primo tempo si chiude con l’Amatori in ritardo sul 15-10, ma abbondantemente in partita.

Al rientro in campo la gara cambia volto. Capoterra sbaglia tanto e, soprattutto non riesce a contrastare a dovere gli avversari che, invece, appaiono più determinati a voler chiudere il match nel più breve tempo possibile.

Pochi minuti e Rovato si stacca. In sequenza arrivano due punizioni (6 punti) e due mete che cambiano il risultato parziale sul 32-10.

I padroni di casa sono decisamente in fuga, però la squadra di Eschoyez, pur soffrendo cerca in tutti i modi di risollevare la testa. Arriva la meta di Gardonio (32-15) che purtroppo non viene trasformata.

Mancano pochi minuti al termine, ma nonostante tutto il gran cuore dell’Amatori fa di tutto pur di accorciare ulteriormente le distanze. Purtroppo viene definitivamente bloccata nel finale dalla meta del Rovato che chiude la sfida. Finisce 40-15.

L’INTERVISTA

“Praticamente ci sono state due partite. – afferma Alejandro Eschoyez – Coach Amatori Rugby Capoterra – Quella del primo tempo è stata una gara apertissima e, addirittura abbiamo rischiato di chiudere in parità o, addirittura in testa dopo 40’ di gioco.

Nel secondo tempo c’è stato un vero e proprio black out da parte della mia squadra. Loro hanno fatto di tutto, dai calci alle mete arrivate, tra l’altro non per merito loro ma a causa di qualche nostra ingenuità.

Peccato perché in alcuni momenti non siamo riusciti a sfruttare al meglio la nostra superiorità sia in difesa che nella touche.

Si tratta comunque della prima partita, era un esame di maturità che non abbiamo superato. Ora la nostra sfida, d’ora in poi, sarà quella di impostare il nostro gioco. Oggi non ci siamo riusciti, per bravura loro, ma anche per demerito nostro.

Comunque faccio i complimenti a Rovato, indubbiamente una buona squadra, una panchina che ha fatto la differenza. Noi invece stiamo recuperando gli acciaccati, ma comunque siamo sulla buona strada, perché quello visto nei primi 40’ è il vero Capoterra.

Peccato per quella meta sul finale del Rovato, potevamo evitarla in modo da rendere più credibile il risultato finale”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Vecchia, Uccheddu, Vega, Eschoyez T., Peddio, Greco, Eschoyez M., Gardonio, Brui, Arua, Smeraldo, Garau, Moncada, Celembrini, Stara. A disposizione: Ganga, Echazu Molina, Piras, Contu, Ambus, Hagelin, Ligas. Allenatore: Alejandro Eschoyez.

RUGBY ROVATO: Loda, Sabatiello, Trevisani, Miglietti, Daniel, Marini, Archetti, Galvani, De Carli, Sardo, Uddin, Belotti, Cucchi, Deretti, Bandera. A disposizione: Givani, Blagojevic, Corsini, Rossini, Abeni, Radetic. Allenatore: Daniele Porrino.

Arbitro: Signor Michael Baldazza di Cesena.

La scheda del match Rovato vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra