Pareggio in rimonta contro Ivrea

Pareggio in rimonta contro Ivrea

Pareggio in rimonta contro Ivrea.

È mancata la vittoria, peccato perché se fosse arrivata contro l’Ivrea nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo perché l’Amatori Rugby Capoterra il successo casalingo oggi, l’ha davvero meritato.

È finita invece in pareggio (16-16) l’ultima gara del 2019 da parte del XV allenato da Alejandro Eschoyez che anche stasera ha lottato e giocato ad alto livello al cospetto della squadra piemontese.

Il maltempo non ha certo aiutato il Capoterra che oltreché all’Ivrea ha dovuto fare i conti con la pioggia e il vento.

Situazione climatica che, probabilmente ha messo in crisi anche il giudice di gara che si è impegnato anche se qualche decisione è risultata piuttosto sospetta.

Nonostante tutto il gruppo di casa è piaciuto, per impegno, determinazione e gioco così come l’innesto dei tanti giovani presenti al comunale che non hanno certo sfigurato.

Segno che il lavoro cominciato nel mese di settembre comincia finalmente a dare i frutti sperati.

Si festeggia il Natale, indubbiamente con qualche punto in meno in classifica, ma con la consapevolezza di aver fatto, finora davvero un buon lavoro.

Ora c’è la sosta di fine anno poi si ricomincia e la sfida di Bergamo, in programma il 12 gennaio sarà molto importante. Fare risultato in Lombardia significherebbe davvero tanto per il campionato dell’Amatori.

IL MATCH

Quella contro Ivrea è stata una sfida che ha visto il Capoterra sempre a rincorrere.

Prime fasi di gioco dove la concentrazione e la voglia di non sbagliare la fa da padrone da entrambe le parti. Ivrea osa maggiormente, mentre Capoterra si limita a controllare con determinazione.

Tanta irruenza che costringe capitan Garau e compagni a commettere qualche fallo di troppo. In due occasioni il signor Parisi di Catania assegna altrettanti “piazzati” e in entrambi i casi arrivano punti per i piemontesi che si portano sul 6-0.

Coach Eschoyez chiede al gruppo di alzare i ritmi e tentare qualche affondo, magari impegnando maggiormente la mischia avversaria.

Passano i minuti e l’Amatori riesce a rosicchiare punti, grazie a Stara, bravo nel trasformare in tre punti una punizione (6-3 per Ivrea).

Si gioca in scioltezza con il Capoterra che comunque sembra non soffrire il gioco avversario.

Nel finale di tempo due episodi. Ivrea corre e alla fine riesce a “sfondare” in maniera piuttosto dubbia, la difesa di casa nonostante il grande impegno di tutto il gruppo.

La palla viene depositata dietro i pali e arriva anche la trasformazione che porta il gruppo ospite in testa sul 13-3.

La reazione dell’Amatori è praticamente immediata. La squadra si butta a capofitto in avanti e dopo tanto combattere, finalmente arriva la meta firmata da Dario Carrone con Carlo Stara che non fallisce l’appuntamento della trasformazione.

Il primo tempo si chiude con l’Ivrea in vantaggio con il punteggio di 13-10.

Al rientro in campo l’azione dell’Amatori si fa ancor di più incisiva. La squadra ci crede, eccome; così come Carlo Stara che riesce ancora una volta a trasformare in tre punti una punizione concessa dall’arbitro.

Il match ritorna in parità, anche se per pochi minuti. Il tempo di consentire all’Ivrea Rugby di riorganizzarsi in avanti per provare a pungere.

L’Amatori difende ma alla fine è costretta a capitolare ancora una volta su punizione, che viene realizzata dalla squadra avversaria (16-13).

Sembra fatta, ma i piemontesi devono fare i conti sulla “testardaggine” del Capoterra che punta decisamente al successo. Ci prova in diverse occasioni, ma la dea bendata guarda altrove.

È distratta, invece, quando a pochi minuti dal fischio finale, Carlo Stara piazza l’ovale tra i pali realizzando i tre punti (punizione) che regalano il pareggio e i due punti all’Amatori.

“Un pareggio comunque ci sta – ammette a caldo il presidente dell’Amatori Rugby Capoterra Carmine Casu – punti importanti per noi arrivati in un pomeriggio particolare.

Una partita giocata in condizioni climatiche davvero difficili con vento, pioggia e al cospetto di una squadra come l’Ivrea, molto pesante e molto strutturata in mischia, ma sono davvero contento di dire che non abbiamo sfigurato anzi, abbiamo tenuto bene la partita”.

Punti conquistati o punti persi?

“Sicuramente potevamo anche vincere la partita perché qualche situazione di arbitraggio dubbia, l’abbiamo certamente avuta, più di una volta. Qualche avanti non fischiato agli avversari dove sono state date delle punizioni magari che dovevano essere a nostro favore, e invece sono stati punti assegnati ai nostri avversari. Peccato”.

La squadra comunque anche stasera ha dimostrato davvero tanta maturità.

“Sicuramente, continua a fare delle azioni importanti. La squadra gioca, nonostante il punteggio possa far credere il contrario. Sono sicuramente due punti preziosi per noi che ci consentono di salire in classifica.

In questo momento siamo terzultimi a un punto di distanza dal Sondrio Rugby, ma abbiamo altre squadre vicinissime. Basta vincere qualche partita per ritrovarci in un “amen” al centro della classifica. Sono davvero tanto fiducioso”.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Carrone, N. Garau, Geraci, Tevdoradze, M. Eschoyez, Greco, Thioye, Lupi, Ambus, Farias, Smeraldo, M. Garau, Celembrini, Murgia, Stara. Allenatore: A. Eschoyez. A disposizione: Uccheddu, Ganga, Peddio, Farris, T. Eschoyez, Angioni, Sainas.

IVREA RUGBY: De Lise, Barbuscia, Zilioli, Campanale, Pizzanelli, Amadio, Catalano, Chtaibi, Ghitalla, San Martin, Sanfilippo, Gaida, De Lise, Attye, Valsecchi. Allenatore: Marchiori. A disposizione: S. Macrì, Vecchia, Marchi, L. Macrì, Batiari, Candellieri, Rosso.

Arbitro: Cosimo Danilo Parisi (CT).

La scheda del match Rugby Capoterra vs Ivrea

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra