Capoterra debacle contro Cus Milano

Capoterra debacle contro Cus Milano

Capoterra debacle contro Cus Milano.

Quella contro gli universitari di Milano, non era certo la gara da vincere per l’Amatori Capoterra che sperava solo di uscire a testa alta dal “Giuriati” e con l’onore delle armi.

L’impegno anche stavolta non è mancato, purtroppo non si è visto neppure un punto realizzato dal XV allenato da Alajandro Eschoyez che ha dovuto issare la bandiera bianca, sconfitto con un pesante 55-0.

La differenza tecnica e fisica della formazione lombarda, seria candidata alla promozione in serie A, si è vista in tutti gli 80’ di gioco durante i quali i padroni di casa hanno sciorinato gioco, forza fisica e soprattutto mete.

Capoterra, nonostante il risultato finale possa ammettere il contrario, ha lottato con tutte le forze, cercando, soprattutto a centrocampo, di bloccare l’avanzata degli universitari, ma alla fine si è dovuta arrendere allo strapotere dell’ex Marco Anversa e compagni.

“I ragazzi ci hanno provato in tutti i modi a mettere in difficoltà Milano, – ammette il Presidente dell’Amatori Capoterra Gian Carmine Casu – purtroppo loro sono di una categoria superiore. Una squadra creata per vincere il torneo.

Noi ovviamente dobbiamo puntare a fare punti nelle prossime gare e soprattutto con avversari alla nostra portata. Non stiamo attraversando un buon periodo, ma devo dire che l’impegno non manca e, cosa molto importante, vedo una squadra che, pur essendo giovane, cresce di giornata in giornata”.

IL MATCH

La cronaca parla di un Capoterra bravo nei minuti iniziali a gestire il gioco e gli attacchi degli avversari che dopo 9’ però sfruttano una disattenzione difensiva dell’Amatori per andare in meta e trasformare.

A questo punto con grande determinazione i lombardi aumentano il ritmo e riescono con velocità e destrezza e “bucare” la retroguardia isolana andando più volte a piazzare l’ovale dietro i pali.

Al riposo la gara sembra segnata con il Cus Milano che chiude sul 45-0.

Al rientro in campo nonostante gli sforzi la squadra di casa prova ad incrementare il vantaggio. Capoterra resiste evitando soprattutto un divario davvero pesante.

Milano infatti riesce ad andare solo due volte a depositare dietro i pali infastidito dal XV di Eschoyez che fa di tutto soprattutto per rendere meno amara la sconfitta.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

CUS MILANO: Giovani, Cucco, Balistreri, Pellumbi, Mac Allister, Scalvi, Mincic, Guizzetti, Augello, Anversa, Dunde, Borzone, Orsenigo, Origgi, Bissolotti. Allenatore: Frati. A disposizione: Dandis, Cullhaj, Morabito, Boggioni, Gatti, Di Cola, Cederna.

AMATORI CAPOTERRA: Carrone, N. Garau, Geraci, Tevdoradze, Eschoyez, Greco, Thioye, Lupi, Ambus, Farias, Smeraldo, Celembrini, M. Garau, Murgia, Stara. Allenatore: Eschoyez. A disposizione: Uccheddu, Ganga, Ferraiolo, Farris, Sainas, Loddo, Peddio.

Arbitro: Jaco Stephanu Erasmus (TV)

La scheda del match Cus Milano vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra