Solo due punti a Varese

Solo due punti a Varese

Solo due punti a Varese.

Inizia con una sconfitta l’avventura dell’Amatori Rugby nel torneo di serie B maschile. Il XV di Capoterra è stato fermato in casa del Rugby Varese con il punteggio di 34-28.

Un vero peccato perché la squadra di coach Eschoyez, dopo un primo tempo nel quale è apparsa un tantino bloccata, nella ripresa è venuta fuori alla grande rosicchiando punti, avvicinandosi pericolosamente agli avversari, rischiando soprattutto di ribaltare il risultato a proprio favore. Purtroppo è mancato il tempo.

La squadra, come del resto chiesto dal tecnico argentino dell’Amatori Alejandro Eschoyez in campo ha dato davvero il massimo per mettere in difficoltà la formazione avversaria, certamente alla portata di capitan Garau e compagni, sfiorando il successo che, alla resa dei conti non sarebbe certo stato clamoroso.

IL MATCH

Si parte subito con i padroni di casa all’attacco decisi a sfruttare soprattutto il fattore campo. E, in effetti dopo soli 6’ arriva la prima meta della compagine lombarda che non viene però trasformata (5-0).

Capoterra appare in difficoltà nel riuscire a contenere le sfuriate degli avversari. Nel giro di 20’ il Varese incrementa il vantaggio con due mete tecniche (19-0).

Il tecnico Eschoyez cerca di caricare il gruppo che sembra smarritosi. Nel finale di tempo dopo qualche minuto di pressione, finalmente l’Amatori sblocca il punteggio. La firma della meta è di Zurabi Tevdoradze, mentre la trasformazione è merito del piede “fatato” di Carlo Stara.

Sul 19-7 terminano i primi 40’ di gioco con l’Amatori che rientra negli spogliatoi per il riposo più rilassato e consapevole del fatto che la gara a questo punto si può ribaltare.

Si riparte con il Capoterra che effettua alcuni cambi. Econo Ganga e Coiana per fare posto a Fabrizio Gaito e Nicolò Garau.

Qualche minuto per riordinare le idee e l’Amatori punisce ancora una volta con Roberto Peddio, bravo a eludere la sorveglianza della retroguardia di casa e trovare il varco giusto per piazzare l’ovale dietro la linea di meta. Stara trasforma senza problemi (19-14).

La gara a questo punto è apertissima. Capoterra nel tentativo di cercare a tutti i costi di rosicchiare altri punti, però commette l’errore di scoprirsi un tantino e il Rugby Varese è abile nel riuscire a penetrare nelle maglie difensive degli ospiti, da dieci minuti in pressione nella metacarpo avversaria, per trovare altri 7, importanti punti (meta + trasformazione) che portano i padroni di casa sul 26-14.

Ma è un punteggio che stavolta non demoralizza il XV di Capoterra che riprende a correre, giocare e mettere in difficoltà la formazione avversaria. E al 70’ ci pensa Jordan Armani a fare venire i brividi a squadra e tifoseria avversaria. E’ lui che trova la meta (26-21) che avvicina ulteriormente l’Amatori (complice anche la trasformazione di Carlo Stara).

Mancano pochi minuti al termine e la compagine isolana tenta il tutto per tutto.

Ed è proprio in questa occasione che il Varese ne approfitta per piazzare il break vincente, prima con una punizione e poi con la metà (trasformata) che porta la squadra di casa sul 34-21.

Nel finale l’Amatori trova altri sette punti (meta tecnica) ma non basta il tempo per ribaltare il risultato.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

RUGBY VARESE: Bosoni, Dal Sasso, Gulisano, Lacchè, Contardi, Borello, Bobbato, Djoukouehi, Tamborini, Pandozy, Genua, Bianchi, Malnati, Zuinisi, Comolli. Allenatore: Stefano Pella. A disposizione: Patruno, Maletti, Ciavarella, Margherini, Carbone, Calabrese, Sacchetti.

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Uccheddu, Ganga, Geraci, Tevdoradze, Peddio, Greco, Loddo, Thioye, Ambus, Armani, Cojana, M. Garau, Farias, Celembrini, Stara. Allenatore: Alejandro Eschoyez. A disposizione: Mascia, Gaito, Fanutza, Farris, Baldanzi, N Garau, Carrone.

Arbitro: Francesco Renzi di Parma.

La scheda del match Varese vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra