Rugby Capoterra vs Monferrato

Rugby Capoterra vs Monferrato

Rugby Capoterra vs Monferrato.

Si gioca domani (fischio d’inizio del signor Davor Vidackovic di Milano alle 14:30), la “prima” tra le mura amiche dall’Amatori Rugby Capoterra nel campionato di serie B maschile. Dopo l’esordio con sconfitta di sette gironi fa in casa di Varese, la formazione allenata da Alejandro Eschoyez attende la visita del Monferrato.

I due punti (bonus) conquistati nella trasferta di Varese sono stati piuttosto graditi dal gruppo isolano che ora ha la possibilità, contro la compagine piemontese di incrementare il bottino e risalire la china.

Quello, nella gara d’esordio contro Varese, è stato certamente il primo test impegnativo che l’Amatori ha dovuto affrontare da quanto, lo scorso agosto si è ritrovato per cominciare la preparazione.

Una prova nella quale la squadra ha lottato per tutti gli 80’ dimostrando soprattutto freschezza fisica e tanta determinazione; elementi richiesti dal coach argentino del Capoterra alla squadra proprio all’inizio della stagione e meravigliosamente messi in atto in Lombardia.

Caratteristiche che, ovviamente e a maggior ragione visto che si gioca in via Trento a Capoterra, dovranno essere presenti anche nella sfida di domani contro il Monferrato.

I piemontesi, così come l’Amatori hanno iniziato la stagione con il piede sbagliato con una pesante sconfitta (27-3) in casa contro il Cus Milano. Quindi si preannuncia battaglia anche se Capoterra, dopo aver lavorato con grande intensità per tutta la settimana ha le carte in regola per affrontare nel giusto modo il Monferrato.

“Dalla sconfitta di Varese” spiega il tecnico argentino del Capoterra Eschoyez, “si prendono in considerazione soprattutto le cose positive.

Anzitutto sono rimasto soddisfatto del comportamento dei ragazzi perché in campo hanno dato davvero il massimo. Questo è quello che chiedevo alla squadra e sono stato accontentato.

Se mai ve ne fosse bisogno ricordo che quella contro Varese è stata la nostra prima partita con una squadra di alto livello. Perché durante la preparazione non abbiamo fatto nessun tipo di amichevole, ma solo partitelle tra di noi.

Varese invece aveva il “motore” rodato considerato il fatto che prima di noi aveva effettuato quattro amichevoli con formazioni di livello.

Nonostante tutto però sono soddisfatto perché abbiamo preso due punti bonus e soprattutto per il carattere e il temperamento della squadra che, in 80’ non ha mai mollato e questo è sicuramente un aspetto importante.

Abbiamo cercato di imporre il nostro gioco, commettendo però qualche errore veniale dovuto sostanzialmente alla poca conoscenza tra di loro.

Ma sono particolarmente soddisfatto nel rimarcare il fatto che, domenica scorsa a Varese in campo sono entrati ben 18 giocatori sardi su 22. Questo fa parte del progetto che la società vuole portare avanti: ovvero far crescere i giovani (tra loro molti giovanissimi) locali e inserirli in prima squadra”.

Contro Monferrato?

“Ci siamo preparati molto bene lavorando con tanto impegno e poche assenze, per tutta la settimana.

I ragazzi sono carichi perché sentono molto questa gara e ovviamente davanti al pubblico di casa vogliono cominciare con il piede giusto.

Anche domani, sembra superfluo ricordarlo, cercheremo di dare il massimo cercando soprattutto di non commettere gli errori di Varese”.

La scheda del match Rugby Capoterra vs Monferrato

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra