Trasferta da dimenticare a Lecco

Trasferta da dimenticare a Lecco

Trasferta da dimenticare a Lecco.

È rimasto in partita per almeno mezz’ora, poi altri infortuni, sfortuna e gli avversari hanno fatto il resto.

Trasferta da dimenticare per l’Amatori Rugby Capoterra sconfitta sul campo del Tutto Cialde Rugby Lecco con il punteggio di 59-10.

Gara difficile aveva pronosticato, alla vigilia del match, l’allenatore del Capoterra Lisandro Villaga, e il tecnico argentino non ha sbagliato la sua previsione.

Lecco ha gettato in campo tutto, proprio tutto per conquistare i cinque punti e bloccare un Capoterra che ha sofferto per tutti gli 80’ di gioco.

IL MATCH

Il 0-3 iniziale, arrivato su punizione trasformata da Alessandro Baire è davvero illusorio.

Il tempo per organizzare la squadra in campo da parte del tecnico Damiani e il Rugby Lecco comincia la sua gara, trovando dopo 12’ la prima meta della serata. Non arriva la trasformazione (5-3) e l’Amatori cerca subito di reagire.

Lecco però non regala centimetri in difesa. Blocca quasi sul nascere tutte le iniziative del Capoterra e, sfruttando la velocità degli esterni e la forza del gruppo riesce al 17’ a “bucare” nuovamente la retroguardia isolana.

Arriva la seconda meta e, soprattutto arriva anche la trasformazione (12-3). E anche gli infortuni, fanno da contorno alla sfida. Quelli che, ancora una volta, mettono in crisi il tecnico argentino. Esce Busser (sostituito da Stara).

Lecco però non si ferma e continua ad infierire trovando al 19’, ancora una volta la via dei pali. L’ovale inesorabilmente finisce in meta come i due punti della successiva trasformazione.

Sul 19-3 il Tutto Cialde rifiata e l’Amatori ne approfitta per farsi vedere dalle parti della retroguardia ospite.

La palla vola via velocemente finché Poloni non trova un varco e firma la meta (purtroppo l’unica) del Capoterra. La trasformazione è affidata ad Alessandro Baire che non sbaglia.

Siamo al 28’, qualche altro minuto di gioco a centrocampo per le due squadre poi un nuovo acuto dei padroni di casa e due nuove mete che vengono anche trasformate.

Il tempo si chiude con il Tutto Cialde in testa per 33- 10. La gara sembra segnata anche perché alla ripresa arriva subito una meta da parte del XV lombardo che vola via (40-10).

Villagra cerca di sfruttare la panchina, ma senza grandi risultati. Lecco è padrone del campo (nel frattempo si infortunano anche Celembrini e Greco) , mentre Capoterra appare disorientato e incapace di reagire.

I padroni di casa incrementano con altre mete mentre Capoterra cerca solo di limitare i danni in modo da rendere meno amara la sconfitta. Finisce 59-10.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Amin Fawzi, N. Garau, Poloni , Tevdoradze, Peddio, Ferrarese, Greco, Lupi, Michel, A. Baire, Ambus, Busser, Celembrini, Fois, GM. Baire. Allenatore: Lisandro Villagra. A disposizione: Geraci, Ganga, Piras, Marcucci, Stara, Saba, Cojana.

RUGBY LECCO: Ziliotto, Turati, Butskhrikidze, Valentini, Biffi, Colombo, Catania, Fumagalli, Cavallo, Rossi, Alippi, Rusconi, Mauri, Gerosa, Sala. Allenatore: Sebastian Damiani. A disposizione: Molteni, Shalby, Mastrogiorgio, Frigerio, Locatelli, Di Prima, Longhi.

Arbitro: Signor Filippo Vinci di Rovigo.

La scheda del match Lecco vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra