Capoterra, I Centurioni non perdonano

Capoterra, I Centurioni non perdonano

Capoterra, I Centurioni non perdonano.

La capolista Lumezzane non perdona, batte per 55-26 (5-1) l’Amatori Capoterra e consolida il primato in vetta alla graduatoria del campionato di serie B maschile di rugby.

Un match, quello disputato nel primo pomeriggio valido per la prima di ritorno, che il XV allenato da Lisandro Villagra ha giocato a viso aperto contro una squadra che, oltre ad essere favorita dal fattore campo ha puntato sulla determinazione consapevole che, contro il Capoterra non erano ammessi errori.

Grinta e concentrazione che ha gettato sul campo anche l’Amatori che, fino all’ultimo, ha dato del filo da torcere alla squadra lombarda.

L’unico neo, oltre ovviamente alla sconfitta, anche l’uscita per infortunio (a fine gara sono andati in ospedale per accertamenti) del capitano Marcello Garau e di Andrea Greco.

IL MATCH

Lumezzane sempre in vantaggio, fin dalle prime battute di gioco con l’Amatori che subito dopo il fischio iniziale ha provato a mettere in difficoltà la formazione dell’ex Mattia Aru.

I primi punti per il Lumezzane arrivano dopo 13’ di gioco. Prima una punizione e poi una meta. Sull’8-0 per i padroni di casa arriva subito la reazione dell’Amatori. Ci pensa Thioye ha trovare un varco nell’attenta difesa ospite e a piazzare l’ovale dietro i pali. La trasformazione è del capitano Marcello Garau (8-7).

La gara a questo punto si fa più intensa. Il Lumezzane non cala il ritmo tanto che dopo pochi minuti incrementa il vantaggio prima con una meta di maul e poi con altri punti che fanno volare i padroni di casa: 22-7.

Capoterra non ci sta e gioca a viso aperto e con tanto agonismo. A farne le spese a circa 5’ dal termine
del primo tempo Marcello Garau e Andrea Greco che, colpiti alla testa lasciano il campo (verranno sostituiti ad inizio ripresa). Prima del riposo ancora sette punti per il Lumezzane che chiude i 40’ iniziali sul punteggio di 29-7.

Al rientro in campo Lisandro Villagra getta nella mischia anche Ciprietti, Micheletti e Carlo Stara. La mossa del tecnico argentino non cambia il prosieguo del match. È sempre il Lumezzane ad avere tra le mani le redini del gioco con il Capoterra che, comunque non demorde.

Lombardi ancora in meta per due volte di fila (43-14) poi finalmente, arriva la reazione dell’Amatori che trova con Michel la meta e il 14mo punto (la trasformazione è affidata ad Alessandro Baire).

Il XV di Villagra sembra avere trovato vitalità ma soprattutto la consapevolezza che l’avversario non è poi così temibile. Corre l’Amatori, difende, ma soprattutto prova a mettere in difficoltà i padroni di casa, sia a metà campo che in difesa.

Al 30’ circa arriva una nuova meta per l’Amatori, firmata da Melegari e subito dopo altri punti con Nicolò Garau (48-26). Il Lumezzane vacilla ma non crolla e nel finale, sfrutta un comprensibile calo fisico degli isolani per chiudere definitivamente la sfida (55-26).

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Carrone, Ganga, Poloni, Tevdoradze, Ferrarese, Thioye, Greco, Busser, Michel, A. Baire, Palmisano, M. Garau, G. Baire, Celembrini, Melegari. Allenatore: Villagra. A disposizione: Micheletti, Ciprietti, N. Garau, Cojana, Ambus, Cadelano, Stara.

I CENTURIONI RUGBY LUMEZZANE: Piovani, Corvino, Trevisani, Rossetti, Cuello, Bettinsoli, Tebaldini, Scanferla, Cosio, Aru, Bandera, Savardi, Giori, Tononi, Lupatini. Allenatore: Filippini. A disposizione: Magli, Qyra, Seye, Marini, Bertussi, Franceschini, Secchi.

Arbitro: Signor Stefano Roscini di Milano.

La scheda del match I Centurioni Lumezzane vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra