Vittoria per l’ultima di Villagra in campo

Vittoria per l'ultima di Villagra in campo

Vittoria per l’ultima di Villagra in campo.

Ora è ufficiale. Dopo la vittoria di questo pomeriggio (39-11) contro il Rugby Bergamo 1950, fanalino di coda del girone 1 della serie B maschile, l’Amatori Rugby Capoterra chiude l’edizione 2017-2018 del torneo al quinto posto della graduatoria. Quella contro la compagine lombarda è stata l’ultima da giocatore di Lisandro Villagra.

Già festeggiato sette giorni fa in casa dai suoi tifosi e dalla società, al termine della gara vinta contro Sondrio, ora il tecnico argentino vestirà solo i panni dell’allenatore.

I ragazzi di Capoterra volevano cementare la quinta piazza della classifica, evitando soprattutto brutti scherzi dal Lumezzane (che puntualmente ha vinto). Occorreva quindi, prima del “rompete le righe” una grande prova del gruppo per violare il campo di Bergamo. E così è stato.

IL MATCH

A parte un 3-0 iniziale frutto di un “piazzato” della squadra di casa, il Capoterra non ha mai avuto problemi nel gestire la gara e incamerare i punti necessari per tenere lontano il Lumezzane.

I primi punti dell’Amatori arrivano al 15’. Iniziativa di Santillo che “buca” la fragile difesa di casa e deposita dietro i pali. La meta però non viene trasformata da Mattia Aru che al 30’ si fa perdonare realizzando magnificamente una punizione concessa dalla signora Clara Munarini della sezione di Parma.

Al 37’ arriva, la reazione del Bergamo che riesce a trovare altri tre punti indispensabili per rimanere in contatto con gli isolani. Primo tempo che si chiude con l’Amatori Rugby Capoterra in vantaggio con il punteggio di 8-6.

La ripresa è più vivace. Ci pensa Thioye a scuotere i compagni trovando nel giro di 5’ due mete. La prima al 3’ e l’altra 5’ dopo. In entrambi i casi ad Aru non riesce la trasformazione.

Bergamo soffre e Capoterra ne approfitta per sfruttare la velocità e la prestanza fisica del gruppo. Al 15’ Poloni incrementa il bottino andando in meta e, stavolta Aru non sbaglia. Capoterra in fuga, anche perché 13’ dopo arriva anche il sigillo di Thioye (32-6).

La gara a questo punto è saldamente nelle mani di capitan Garau e compagni che, allentano le briglie dando alla squadra di casa la possibilità di andare in meta al 35’. Finisce 39-11.

Il Capoterra chiude al quinto posto una stagione da incorniciare.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

RUGBY BERGAMO 1950: Ferrari, Brignoli, Roselli, Acerbis, Farina, Moreno, Spreafico, Macaccaro, Milinkovic, Vallino, Allas, Rosa, Zambelli, Biggi, Salvini. Allenatore: Beretta. A disposizione: Zinesi, Plevani, Rota, Gazzaniga, Avino, Deretti, Lucido.

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Poloni, Sangiorgi, Uccheddu, Sainas, Thioye, Lupi, Greco, Busser, Villagra, Al. Baire, Bousmina, M. Garau, Ferrini, Santillo, Aru. Allenatore: Villagra. A disposizione: Gabbi, N. Garau, Pierotti, Congiu, GM. Baire, Loddo, Stara.

Arbitro: signora Clara Munarini di Parma.

La scheda del match Rugby Bergamo vs Rugby Capoterra

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra