Capoterra, che vittoria contro Piacenza

Capoterra, che vittoria contro Piacenza

Capoterra, che vittoria contro Piacenza.

Vola l’Amatori che, nell’anticipo del sabato della quindicesima giornata della serie B di rugby, supera, al comunale di via Trento, il Piacenza con il punteggio di 35-26 e consolida la quinta posizione nella classifica generale.

Una gara che, come preannunciato alla vigilia dal tecnico argentino del Capoterra Lisandro Villagra, è stata difficile e irta di ostacoli con la compagine emiliana che ha fatto di tutto per giocare un cattivo scherzo a capitan Garau e compagni. Sono arrivati i 5 punti, ma quanta fatica per conquistarli.

Una gara nella quale il XV di casa ha tenuto alta la concentrazione per tutti gli 80’ anche se Piacenza, forte della sua esperienza, nonostante il distacco iniziale di 21-7, è riuscita, nella ripresa a riprendere i fuggitivi e portarsi a sole tre lunghezze dai padroni di casa: 29-26 a poco più di 13’ dal fischio finale.

Poi c’è stata la reazione del Capoterra sia col gruppo che con Mattia Aru. Dai suoi piedi sono partiti i calci che, su punizione, hanno permesso alla formazione isolana di vincere il match.

IL MATCH

Come sempre sono primi minuti di studio tra le due squadre, anche se è la compagine isolana a tentare in più di una occasione di perforare il muro difensivo del Piacenza e piazzare l’ovale tra i pali.

Muro che nei primi 15’ però crolla ben tre volte grazie a Villagra e Stara (due mete) e alle trasformazioni di Aru.

Piacenza reagisce trovando i pali per due volte (21-14) , ma subendo al 31’ ancora la voglia di vincere dal parte della squadra di casa che va in meta con il tecnico argentino, stavolta però Aru non è fortunato e sbaglia la trasformazione.

Sul 26-14 la gara sembra andare per il giusto verso, ma gli emiliani non demordono e riescono ad accorciare andando al riposo in ritardo sul 26-21.

Si riparte con un giallo comminato a Carrone e una punizione trasformata da Aru (29-21). L’arbitro appare piuttosto severo nelle sue decisioni e a farne le spese è Poloni: giallo anche per lui. La squadra cala il ritmo e il Piacenza ne approfitta per farsi pericolosa e conquistare porzioni di campo.

Al 27’ ancora una meta per gli avversari (non viene trasformata) che si portano a -3 punti (29-26). Il tecnico Villagra chiede più concentrazione e soprattutto maggiore determinazione in difesa alla squadra che riesce a reagire, conquistando due punizioni che Mattia Aru trasforma in punti e vittoria.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Carrone, N. Garau, Poloni, Peddio, Lupi, Sangiorgi, Greco, Busser, Villagra, A. Baire, Santillo, M. Garau, G. Baire, Stara, Aru. Allenatore: Villagra. A disposzione: Uccheddu, Gabbi, Ciprietti, Loddo, Bousimina, Ambu, Congiu.

PIACENZA RUGBY: A. Alberti, Berzieri, Barzan, Casali, Caderle, Forestelli, Vincic, M. Alberti, Trabacchi, Zampedri, Toscani, Sartori, Grandi, Nosotti, Papamarenghi. Allenatore: Pagani. A disposizione: Baccalini, Piemontese, Castruccio, Fermi, Bacciocchi, Sbrusi.

Arbitro: Francesco Russo di Milano.

La scheda del match Rugby Capoterra vs Piacenza Rugby

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra