Cus Milano Rugby vs Rugby Capoterra

Cus Milano Rugby vs Rugby Capoterra

Cus Milano Rugby vs Rugby Capoterra.

Si va a Milano e poi la sosta per il 6Nazioni. L’Amatori Capoterra dopo i successi consecutivi contro Sondrio e Bergamo punta al tris, domani (ore 14,30) in casa del Cus Milano, nel dodicesimo turno del campionato di serie B maschile.

Avversario difficile, quello che attende il XV allenato da Lisandro Villagra. Piazzati al quarto posto della graduatoria, gli universitari hanno perso, finora, solo due gare e faranno di tutto per sfruttare il fattore campo per mettere in difficoltà la squadra isolana.

Capoterra si presenta a questa sfida con qualche problema di formazione.

“Per la gara di domani” dice il presidente dell’Amatori Rugby Capoterra Carlo Baire, “saranno assenti Gianmarco Baire e Federico Mariottini infortunati. Niente trasferta milanese anche per Andrea Greco. Il tecnico argentino però recupera Gianfranco Sainas e Claudio Pinna, due uomini di mischia. Farà certamente comodo a Villagra la loro esperienza, soprattutto in gare come quella di domani”. Ci sarà anche un importante rientro. “Si. Partirà dall’inizio, nella tre quarti, Marco Ferrini tenuto a riposo prudenzialmente in occasione della sfida di domenica scorsa contro Bergamo”.

Due vittorie, quelle contro Sondrio e Bergamo che hanno caricato il gruppo ma soprattutto hanno permesso al Capoterra di agganciare il quinto posto in classifica.

“Sono state due gare vinte meritatamente” prosegue il presidente del Capoterra, “grazie al lavoro del gruppo e alla determinazione di una squadra che ha dato il massimo sia in settimana che durante il match. E anche in questi giorni ho notato grande decisione e voglia di ben fare soprattutto durante il lavoro in allenamento e questo fa ben sperare in vista della gara di domani”.

A proposito di domani. Quali sono i pericoli che dovrete affrontare?

“A parte gli avversari” conclude Carlo Baire, “temiamo molto il campo fangoso e allentato dalle abbondanti piogge di questi giorni che rallentano il gioco veloce del Capoterra, normalmente più a suo agio sui campi asciutti”.

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra