Cinque punti importanti contro Bergamo

Cinque punti importanti contro Bergamo

Cinque punti importanti contro Bergamo.

L’Amatori Rugby Capoterra ci ha preso gusto. A sette giorni dalla vittoria esterna di Brescia e ad una settimana dalla sfida che vale il quarto posto contro il Cus Milano, la formazione allenata da Lisandro Villagra piazza altri cinque punti in classifica battendo in casa il Rugby Bergamo con il punteggio di 39-5.

Nonostante il gran vento di maestrale, che ha complicato la vita delle due squadre in campo per tutti gli 80’, il Capoterra ha disputato una gara accorta cercando soprattutto di non scoprirsi a centro campo considerate le diverse assenze per infortunio.

Il presidente del Capoterra Carlo Baire nel corso della presentazione del match lo aveva chiesto a gran voce: “Voglio i 5 punti, indispensabili in chiave salvezza”. E il numero uno dell’Amatori è stato accontentato dalla squadra che ha dominato per tutto il match, soffrendo forse, solo a causa del vento.

IL MATCH

Maestrale che, in effetti, ha condizionato il gioco delle due squadre nei primi 20’. Al 15’ altra tegola per il tecnico argentino Villagra che perde per infortunio Mariottini, sostituito da Gabbi. Poi al 23’ la squadra di casa si sblocca. Carrone trova un varco nella difesa lombarda e ci si infila riuscendo così a piazzare l’ovale tra i pali. Mattia Aru completa l’azione trasformando la meta e incamerando i primi 7 punti per la sua squadra.

Bergamo non rimane a guardare e prova subito a rimediare, ma senza fortuna. Il tempo di riorganizzare l’attacco e il Capoterra va di nuovo in meta. Stavolta autore dei momentanei cinque punti per la squadra di casa è Loddo. Aru però viene tradito dal maestrale e non riesce a trasformare.

Il cammino per la conquista dell’intero bottino è ancora lungo, ma la squadra di casa ha una gran voglia di fare l’impresa. Il primo tempo si chiude sul 12-0 per il Capoterra.

Si riparte e dopo 4’ arriva una meta di maul che anche stavolta Aru non riesce a trasformare. Al 10’ si scuote la compagine ospite che sfrutta un calo mentale della squadra di casa per andare in meta (non trasformata).

Il tecnico Villagra chiede più attenzione. Al 12’ entra Ferrini ed esce Loddo. Il vento fortissimo rende impossibile battere le touche regolari. Le mischie sono tantissime, sempre e comunque ben controllate dal Capoterra. Al 27’ finalmente arriva la quarta meta della serata. La firma Santillo e stavolta Aru non si fa tradire dal vento e trasforma (27-5). Al 33’ esce Carrone ed entra Burini.

Due minuti dopo è nuovamente la volta di Santillo che elude la vigilanza della retroguardia lombarda per andare in meta (Aru non trasforma). Lo stesso Santillo al 38’ viene sostituito da Congiu e dopo un minuto arrivano altri cinque punti per l’Amatori. Autore della meta è Stara con Aru che non trova i pali. Finisce 39-5 una gara che l’Amatori ha controllato fin dall’inizio.

La squadra di Villagra si è dimostrata superiore in tutti i reparti facendo divertire (vento a parte) anche i tifosi con belle giocate. Un successo che consente alla squadra di Capoterra di piazzarsi al quinto posto della classifica e domenica la sfida contro il Cus Milano potrebbe regalare, chissà qualche sorpresa.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Carrone, Sangiorgi, Uccheddu, Poloni, Peddio, Mariottini, Busser, Lupi, Villagra, Al. Baire, Bousmina, GM. Baire, Loddo, Santillo, Aru. Allenatore: Villagra. A disposizione: Burini, N. Garau, Gabbi, Stara, Ferrini, Ambus, Congiu.

RUGBY BERGAMO 1950: Roselli, Plevani, Brignoli, Rota, Acerbis, Gaffuri, Gazzaniga, Sprefico, Lucido, Zambelli, Biggi, Tasca, Allas, Rosa, Deretti. Allenatore: Beretta. A disposizione: Parisini, Zinesi, Mascheretti, Macaccaro, Salvini, Cocca, Orlandi.

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra