Esordio amaro contro Cus Milano

Esordio amaro contro Cus Milano

Esordio amaro contro Cus Milano.

Esordio sfortunato in casa per il Rugby Capoterra nel primo turno di andata del campionato di serie B maschile, sconfitto dagli universitari del Cus Milano con il punteggio di 27-25.

La formazione del neo tecnico argentino Lisandro Villagra è crollata solo nelle battute finali di un match equilibrato, fin dalle prime battute e vinto a un minuto dalla fine, grazie alla trasformazione di Lagoussis.

Il XV di Capoterra comunque ha lottato a viso aperto al cospetto di una squadra tenace come quella lombarda. Stavolta è mancata la fortuna e un pizzico di cattiveria in più che, si spera possa arrivare nelle prossime gare.

IL MATCH

Il primo vantaggio della sfida per il Capoterra arriva dopo soli 3’ di gioco. Una punizione abilmente trasformata da Mattia Aru porta l’Amatori sul 3-0. La reazione degli universitari non si fa attendere. Prima arriva una punizione che lo specialista Lagoussis non trasforma (12’) e poi, un minuto dopo Edoardo Cederna trova il varco nella distratta difesa di casa per andare a depositare l’ovale tra i pali. La trasformazione, ancora una volta non arriva. Arriva invece quella di Aru al 32’ dopo che Gianmarco Baire, imprendibile riesce ad andare in meta (10-5).

Solo nel finale di tempo una nuova punizione regala agli ospiti i tre punti che permette a Milano di andare al riposo in ritardo di due sole lunghezze (10-8). Al rientro in campo l’Amatori prova a chiudere il match ma soprattutto cerca in tutti i modi di controllare gli avversari che, di minuto in minuto si fanno sempre più agguerriti e desiderosi di ribaltare il risultato. Al 9’ Aru trasforma un nuovo “piazzato” (13-8), ma l’euforia dura davvero poco. Al 12’ Dunde riesce a sgattaiolare, evitare placcaggi e ad andare in meta pareggiando, momentaneamente le sorti del match (13-13).

Vantaggio che arriva con la trasformazione da parte del solito Lagoussis (15-13). La reazione c’è da parte del XV di Villagra. Girandola di cambi: Ciprietti al posto di Carrone, Bousmina per Solinas e Geraci per Mariottini. Ed è proprio Mariano Bousmina al 19’ ad andare in meta con Aru che sfortunatamente non trasforma.

Nel finale al 29’ Marcello Garau deposita dietro i pali con Aru che stavolta non sbaglia. Sul 25-20 Capoterra cerca in tutti i modi di amministrare, ma a 2’ dal fischio finale Edoardo Cederna buca la difesa di casa andando a trovare la meta del momentaneo pareggio che lo specialista Lagoussis trasforma in vittoria.

LE FORMAZIONI IN CAMPO

AMATORI RUGBY CAPOTERRA: Carrone, Sangiorgi, Poloni, Mariottini, Lupi, Sainas, Thioye, Busser, Ambus, A. Baire, Ferrini, GM. Baire, M. Garau, Solinas, Aru. Allenatore: Villagra. A disposizione: Uccheddu, Geraci, N. Garau, Ciprietti, Stara, Bousmina, Loddo.

CUS MILANO RUGBY: Galimberti, Beretta, Givani, Mc Allister, Foschi, Boggioni, Mantovani, Guizzetti, Albano, Lagoussis, L. Cederna, E. Cederna, Ghelli, Massimello, Dunde. Allenatore: Pinna. A disposizione: D’Urbino, Minicucci, Arbitrio, Calzaferri, Crisci, De Simoni.

Arbitro: Franco Rosella di Roma.

Ufficio Stampa
Amatori Rugby Capoterra